Sentirsi felici a tavola a tavola è più facile se il sapore dei piatti è in sintonia con il sapore di ciò che ti circonda. Questo ristorante potrebbe esistere solo a Fano, all’interno di Villa Giulia, circondato dall’orto, dal giardino e dall’oliveto della villa.

Per essere precisi, il ristorante è situato all’interno di quella che fu l’orangerie di Villa Giulia, fatta costruire dal Principe Eugene de Beauharnais per coltivare gli agrumi. Oggi è stata trasformata in una veranda luminosa e ampia, arredata con materiali naturali e colori tenui, dalla quale di giorno si ammirano il mare e le colline e di sera le stelle.

tabCentraleAzAgricolaWhiteVg

Villa Giulia

Villa Giulia è una residenza napoleonica incastonata sulla Costa Adriatica, nella cosiddetta Riviera delle Colline, tra Pesaro e Fano. Ha origini molto antiche, ma la forma attuale risale ai primi anni del 1800.

Oltre al ristorante ospita un relais, il che significa che durante le stagioni primaverile ed estiva è possibile pernottare e godersi le colazioni con prodotti di pasticceria fatti in casa, la piscina panoramica e la spiaggia distante poche centinaia di metri.

bgFood640x655

Adiacente a Villa Giulia, si trova l’antica cappella privata dove vengono celebrate cerimonie e messe domenicali. La sensazione è quella di rivivere una pagina di storia italiana e francese: nella villa e nel parco sono visibili ovunque le tracce lasciate dai suoi antichi proprietari, come il Principe Eugène de Beauharnais, amato figliastro di Napoleone Bonaparte e Vicerè del Regno Italico, o la Baronessa Giulia de Rolland, antenata dei proprietari e personaggio di spicco alla Corte Sabauda nei primi anni del secolo

bgFood2_640x655

Villa Giulia è immersa nel verde di un parco secolare attraversato da romantici sentieri attorno ai quali cresce una ricca vegetazione mediterranea. Ad est si affaccia sul Mare Adriatico, a sud sul porto di Fano, a ovest e a nord invece sono le dolci colline delle Marche a fare da cornice.